ENTRA NEL NOSTRO FRANCHISING



Nei primi anni ’50, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, i diners nacquero proprio con la filosofia di reagire al periodo di austerity e grande tristezza che il conflitto mondiale aveva portato nella società, e così tutto fu concentrato sulla gioia di vivere, sulla spensieratezza.
L’idea e quella di dare un segnale positivo, tirare su il morale visto il momento grigio che il nostro paese e tutta l’Europa stanno attraversando.
Un po’ di gioia per le nuove generazioni che vivono questi tempi piuttosto bui.

Arriva adesso in Italia e all’estero la possibilità di aprire in franchising un punto ristoro della catena 1950 American Diner.

Il progetto è strettamente legato al mondo e alla cultura americana dei mitici anni 50:
attenzione massima per i dettagli, allestimenti originali e massima cura nella scelta delle materie prime dei nostri cibi. A differenziarci da molti altri concorrente è la continua ricerca di prodotti di qualità e di carne fresca di macelleria.

IL SUCCESSO DEL MARCHIO È DIMOSTRABILE:
In poco più di 3 anni sono 8 i punti 1950 American Diner,
- 5 a gestione diretta
- 3 franchising
- molti altri in fase di realizzazione in italia e all'estero!

Entra in un team affiatato e porta i favolosi e coloratissimi anni 50 nella tua città.

Il Franchising del 1950 American Diner è un progetto imprenditoriale che permette ai nuovi investitori di lanciare la propria attività in pochissimo tempo grazie ad un costante supporto di consulenza dell’ azienda.

Il 1950 American Diner ha un’occhio di riguardo per tutte le categorie di clientela: vasta varietà di piatti vegetariani e vegani, e inoltre, grazie all’iscrizione all’ AIC abbiamo la possibilità di somministrazione di piatti gluten free..

Il 1950 American Diner sarà sempre con voi!
Entra in un fantastico team!

Le prenotazioni si prendono telefonicamente
Non usare questo form per riservare i tavoli

Informazioni franchising

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d’informativa sulla privacy